anni piombo milano

 

Con lo scoppio di quella che inizialmente si pensava fosse una caldaia e che successivamente si capì invece essere stata una bomba, il 12 dicembre del 1969 viene indicata come data dell’inizio del periodo più tremendo della storia della Repubblica Italiana.
Quel giorno, a causa di quell’ordigno piazzato sotto il tavolone centrale della sede della Banca dell’Agricoltura di Piazza Fontana a Milano, 17 persone persero la vita e quasi altre 90 restarono ferite.
Gli “Anni di piombo” terminarono poi convenzionalmente nei primi anni ’80 ed in quel lasso di tempo, quella che qualcuno ha felicemente definito come la “Notte della Repubblica”, il conteggio delle vittime e delle persone coinvolte fornisce un resoconto da guerra civile : circa 500 morti e oltre 2.000 feriti.
Ma cosa sono stati gli Anni di piombo e come possono essere raccontati ai nostri ragazzi, ai ragazzi del XXI secolo, quelli della digital generation ?

Leggi tutto: La notte della Repubblica. Gli “anni di piombo” raccontati ai nostri ragazzi.

 crisi

I dati ci dicono che, almeno a livello mondo, la crisi iniziata 10 anni fa e che pareva infinita pare invece essere in parte superata. Forse la stessa sensazione, purtroppo, non l’abbiamo in Italia.
Ma cosa successe veramente nel 2007 ? Com’è stato possibile che ci siamo trovati immersi nella peggiore crisi che il mondo ricordi in quasi un secolo di storia ?

Leggi tutto: Come ci siamo “bevuti” l'economia: la crisi infinita spiegata con un semplice esempio

Sannazzaro 2 675

Lavorando a Milano, ieri* non ero in zona.
Non ho whatsapp.
Vivevo il mio beato isolamento.
Poi, alle 16,30 suona il cellulare.
Mia moglie. Aspettavo la sua chiamata per concordare un impegno prima di cena.

Io : "Dimmi.... si tra un pò esco prendo il pullman e....." 
Lei : "No... aspetta..."
Il tono della voce non era il solito. Decenni di frequentazione ti permettono in un nano-secondo di transcodificare con scarsissimo margine di errore il sentiment dietro le parole.
Lei “E’ successo qualcosa di brutto…”

Leggi tutto: Da oggi la mia "HOME" ha una crepa

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore: utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies, anche di terze parti, per il dispositivo che stai usando.